Sette motivi per cui i non-fungible token cambieranno il mondo

In uno scenario fatto da asset digitali e transazioni elettroniche con criptovalute, gli NFT sono i nuovi certificati di proprietà digitali.

Gli NFT, acronimo di non-fungible token e termine che è stato nominato parola dell’anno Collins Dictionary sono l’hype del momento. L’utilizzo della sigla è aumentato di oltre l’11.000% nell’arco di questo ultimo anno, un incremento incredibile per un concetto che i più esperti dicono sia nato nel 2014, ben otto anni fa. Tecnici, aziende, influencer, artisti e gente comune, stanno tutti cercano di capire di cosa si tratta, per saltare a bordo di una nave che potrebbe far guadagnare davvero molto a chi saprà sfruttarla con acume e intelligenza. Ma cosa sono gli NFT e in che modo potrebbero cambiare il mondo che oggi conosciamo?

Gli NFT sono dei certificati digitali che identificano la proprietà di un determinato bene, fisico e virtuale, nel Metaverso, cioè in questa realtà digitale parallela di cui abbiamo parlato nell’articolo pubblicato sullo scorso numero di Office Automation (gennaio-febbraio 2022, pagine 88 e 89). Il Metaverso ha infrastrutture proprie, regole proprie e perfino una propria valuta per gli acquisti, le famose ‘criptovalute’, di cui la più famosa è bitcoin. Metaverso, NTF e criptovalute sono tutti elementi che operano su blockchain.

Blockchain, bitcoin e NFT

La blockchain, in termini estremamente semplificati, non è altro che un grande registro digitale ‘blindato’ in cui una volta scritto un dato, questo risulta immodificabile, ed è quindi riscontrabile da chi lo chiede, si può dire anche che certifica, chi ha scritto quel dato (una persona o un’applicazione) e quando. Inoltre, guardando a valle della blockchain si può anche capire per quale scopo questo dato è stato scritto: per essere letto da un’applicazione? O da determinate persone?

Le blockchain scrivono e registrano grandi quantità di dati, inclusa la proprietà di un determinato bene, proprietà che viene certificata da un NFT. Gli NFT consentono di digitalizzare un asset e di effettuare transazioni, utilizzando criptovalute, di quell’asset in modo affidabile e sicuro, con chiunque, ovunque, in qualsiasi momento, grazie al fatto che sono tracciabili e univoci. Chiunque, grazie a un NFT, può dimostrare la proprietà di un bene attraverso una blockchain.

Sintetizzando, in un mondo virtuale in cui si comprano e si acquistano beni utilizzando criptovalute, la certificazione di un bene e la sua proprietà è legata a un NFT.

Ma in che modo gli NFT stanno cambiando il mondo in cui viviamo?

1. Digitalizzazione

Gli NFT permettono di digitalizzare qualsiasi cosa: una casa, una macchina, un’opera d’arte, un prodotto, addirittura un’esperienza. È qualcosa di assolutamente nuovo, a cui non siamo abituati. La tecnologia NFT permette a chiunque di realizzare un portafoglio digitale dei propri beni e disporne ovunque in qualsiasi momento.

Immaginate di acquistare una casa e di averne un corrispettivo in formato digitale che vi consente di affittare l’immobile online attraverso una qualsiasi piattaforma, di chiedere un prestito in banca, di prestarlo con l’assoluta certezza di possederlo e di avere titolo per poterlo sfruttare.

Pensate di acquistare quella splendida bicicletta elettrica che avete tanto sognato e di volerla rivendere di lì a poco, perché è uscito un nuovo modello che vi piace di più. Potrete dimostrare senza ombra di dubbio non solo che la bicicletta vi appartiene, ma anche dove è stata acquistata, quando è stata acquistata e a che prezzo. Potreste registrare sul vostro NFT i lavori di manutenzione effettuati e altre numerose informazioni certificate dall’NTF che vi permetteranno di rivendere la vostra biciletta al giusto valore, offrendo tutte le garanzie necessarie a chi l’acquista.

Questi sono solo alcuni esempi di quanto si può immaginare di fare con gli NFT e di come molte persone stiano digitalizzando la propria vita e traendone profitto comodamente dal divano di casa.

2. Decentralizzazione

Gli NFT vivono su blockchain, il registro digitale che ne attesta la proprietà, che tiene traccia delle transazioni ed elimina la necessità di intermediari. Da sempre la comunità digitale cerca metodi sicuri per disintermediare le diverse operazioni di cui è affollata la nostra vita, dando al contempo alle persone la garanzia di affidabilità e tracciabilità.

Disintermediare consente di mettere in contatto domanda e offerta senza inutili e costosi passaggi, che rendono spesso il processo lungo e inutilmente complesso.

3. Trasparenza

La blockchain consente di negoziare direttamente fra le parti in modo trasparente, grazie alla garanzia offerta dal sistema (il registro) e dal certificato (NFT). Tutti possono accedere alla blockchain e verificare le transazioni che sono state fatte. Aziende e consumatori sono più garantiti grazie alla trasparenza di questo sistema, le parti possono negoziare con totale fiducia reciproca.

4. Attestazione di proprietà

L’NFT permette di dimostrare ciò che possediamo, quando abbiamo acquisito il titolo e la sua provenienza. Pochi beni oggi sono accompagnati da un titolo che ne certifica la proprietà e la provenienza; sono i beni tipicamente gestiti attraverso registri pubblici statali quali, per esempio, i veicoli e gli immobili, beni censiti dal PRA, dalle conservatorie e dagli uffici del catasto provinciali.

La maggior parte dei beni invece non sono registrati in alcun luogo e l’attestazione di proprietà si basa spesso sul semplice possesso fisico del bene. Nel migliore dei casi una ricevuta d’acquisto o una copia del pagamento effettuato con mezzi elettronici (carta di credito o bonifico bancario) sono gli unici strumenti per accertare il titolo di proprietà.

Gli NFT permettono alle persone di dimostrare la proprietà di qualsiasi bene che detengono in quanto registrato a tempo indeterminato sulla blockchain nel proprio portafoglio elettronico. Se vorrai vendere il tuo prezioso orologio, chiunque vorrà comprarlo avrà tutte le informazioni necessarie e le garanzie opportune per acquistarlo in totale sicurezza.

5. Accessibilità

Gli NFT e la blockchain sono accessibili sempre, ovunque senza alcun limite. Non ci sono più orari di servizio e operatori da coinvolgere per effettuare una transazione. Si tratta indubbiamente di un grande vantaggio non affatto trascurabile. Il mondo è grande e la blockchain dà a tutti i suoi potenziali consumatori accesso ovunque si trovino.

6. Social networking

I social network hanno offerto alle persone la possibilità di connettersi con altri individui, condividendo interessi, passioni, battaglie e purtroppo anche molte fake news. Sui social media ognuno di noi presenta un’immagine di se stesso che è filtrata dal modo in cui ci rappresentiamo. Il più delle volte questa immagine non corrisponde alla realtà, ma con gli NFT e la blockchain sarà sempre più facile smascherare le truffe e i mistificatori.

Twitter qualche mese fa ha annunciato la nascita di un nuovo team denominato Crypto Twitter che sarà un “centro di eccellenza per tutte le questioni riguardanti la blockchain in Twitter”. L’idea è quella di studiare in che modo Twitter possa sfruttare le criptovalute. Twitter ha da poco annunciato a questo proposito la nuova funzione Tips che permette ai creatori digitali di collegare il proprio criptowallet e ricevere ricompense sotto forma di bitcoin e NFT.

7. Royalty

Gli NFT permettono di ricevere royalty dalle vendite che avvengono successivamente alla prima transazione. Questa possibilità si rivela molto utile nonché interessante in tutti i casi in cui l’autore vorrebbe vedersi riconosciuti i diritti sul proprio lavoro per tutta la vita della sua opera. Grazie agli NFT non solo gli autori potranno guadagnare dalle proprie opere che passano di mano in mano nel corso del tempo, ma anche i collezionisti potranno vederne certificata l’autenticità e averne riconosciuto il valore senza il rischio di contestazioni. Come molte tecnologie in fase iniziale di adozione anche gli NFT devono ancora mostrare pienamente le proprie potenzialità e i numerosi ambiti di applicazione, ma è certo fin da ora che sono uno strumento che rivoluzionerà il nostro mondo.


Cristina Dal Monte

Esperta di innovazione e marketing, supporta con successo da oltre 20 anni le aziende nel loro percorso di trasformazione digitale (Virgilio-Matrix, Telecom Italia, Mondadori, ePRICE... ; cura, per il magazine Office Automation, la rubrica Inside Digital Marketing. (Link LinkedIn https://www.linkedin.com/in/cristinadalmonte...

Office Automation è il periodico di comunicazione, edito da Soiel International in versione cartacea e on-line, dedicato ai temi dell’ICT e delle soluzioni per il digitale.


Soiel International, edita le riviste

Officelayout 189

Officelayout

Progettare arredare gestire lo spazio ufficio
Aprile-Giugno
N. 189

Abbonati
Innovazione.PA n. 46

innovazione.PA

La Pubblica Amministrazione digitale
Luglio-Agosto
N. 46

Abbonati
Executive.IT luglio-agosto 2022

Executive.IT

Da Gartner strategie per il management d'impresa
Luglio-Agosto
N. 5

Abbonati