I reali benefici della telefonia in cloud

Forte dei risultati di crescita ottenuti in Italia, NFON guarda al futuro con obiettivi ambiziosi e un’offerta integrata sempre più ricca di nuove funzionalità e servizi, anche in ambito contact center. Paolo Fortuna: “Il cloud è nel nostro DNA”.

“La comunicazione è un elemento chiave dei processi di business delle aziende”. È questo il messaggio che NFON indirizza sul mercato, anche in Italia. A sottolinearlo è Paolo Fortuna, da inizio anno nuovo Managing Director della società nel nostro Paese. Il provider europeo di servizi di comunicazione voice centric in cloud ha scelto di affidare a lui e alla sua esperienza il business di NFON in Italia, una country in cui in soli tre anni dall’apertura della filiale locale l’azienda ha ottenuto importanti risultati di crescita confermati anche al di fuori dei confini nazionali: NFON attualmente conta oltre 2.700 partner in 15 Paesi europei, con sette filiali e oltre 50.000 clienti. Numeri significativi, ottenuti grazie a Cloudya, la piattaforma della società che abilita avanzate comunicazioni in cloud, e a un’offerta integrata sempre più ricca di nuove funzionalità e servizi, anche in ambito contact center.

Paolo Fortuna, Managing Director di NFON Italia

Partiamo dal 9 febbraio scorso. Quel giorno è stata annunciata la sua nomina a Managing Director di NFON Italia: perché NFON? Quale missione e quale visione guideranno il suo operato in questa nuova veste?

NFON è una società europea attenta a tutte le tematiche di sicurezza in termini di soluzioni cloud tipiche della UE. Un fattore abilitante importante, così come importante è il fatto che la nostra azienda disponga di una strategia chiara, definita: per noi il cloud non è semplicemente un ‘add on’ a un portfolio di prodotti. Il cloud è parte del nostro DNA. Partendo da questi due elementi distintivi che connotano NFON, la visione che guiderà il mio operato e l’azione della società nel prossimo futuro è quella di focalizzarci sempre più su una fascia di clienti enterprise, diventando il player di riferimento per le soluzioni di comunicazione e contact center in cloud in Italia.

Che ambiente ha trovato e quali sono stati dal suo punto di vista gli elementi che hanno consentito all’azienda di crescere negli ultimi tre anni in modo così significativo nel nostro Paese?

L’Italia rappresenta una punta di eccellenza nell’organizzazione di NFON, sia per la crescita registrata in questi anni che per le potenzialità future. Nel nostro Paese il passaggio al cloud è partito in ritardo rispetto ad altre nazioni; gli indicatori degli analisti ci dicono però in modo unanime che il mercato italiano vive una fase di profonda maturazione in questo ambito. Una maturità che vediamo e tocchiamo con mano nella crescita dei nostri numeri, frutto di una focalizzazione sul modello cloud che caratterizza NFON rendendo la nostra offerta sempre più appetibile per i clienti grazie alla flessibilità e alla facilità d’uso di Cloudya. Una proposta di valore, che indirizziamo sul mercato forti di un solido ecosistema di partner e di un team competente e professionale voglioso di proseguire nel successo ottenuto finora per consentire alle imprese di cogliere pienamente i benefici del cloud PBX. Il cloud ha rappresentato uno strumento importante per abilitare la transizione al remote working durante la pandemia; ora è necessario per le aziende passare da un approccio emergenziale a un approccio strutturato, organico e strategico nell’adozione di questa tipologia di soluzioni. Chi sceglie il cloud non torna indietro, il trend è stabile e in crescita nel nostro Paese, e diventa fondamentale per tutte le imprese seguirlo al meglio anche e soprattutto dal punto di vista della telefonia.

Antonella Cascio, Marketing Manager di NFON Italia

In questo percorso, quale valore aggiunto è in grado di offrire NFON tramite Cloudya?

Cloudya è una soluzione full cloud che garantisce completa flessibilità ai clienti sia in termini di configurazione che di modello di business. La soluzione assicura infatti tempi di provisioning praticamente ridotti al minimo che consentono alle aziende di rispondere in modo rapido a eventuali necessità di utilizzo a livello di nuovi utenti, comunicazioni e funzionalità. Un altro elemento che differenzia NFON e la nostra offerta è il fatto che rispetto ad altri player non vincoliamo il cliente e non prevediamo penali in caso di rescissione dei contratti. La cosa interessante è che pur senza vincoli, i clienti non ci abbandonano in quanto riconoscono in Cloudya un valore aggiunto importante per le loro attività. La soluzione si adatta alle esigenze di differenti realtà aziendali proprio grazie alla flessibilità e scalabilità che riusciamo a garantire e che permette alle imprese di non vedere più i sistemi di comunicazione come dei silos indipendenti, ma come parte integrante e fondamentale dei processi di business. Grazie a Cloudya, la comunicazione non rappresenta più un telefono appoggiato su una scrivania, ma uno strumento che le aziende hanno a loro disposizione per facilitare il time to market, accelerare i processi di vendita, le risposte verso i clienti e non solo. La nostra offerta abilita tutto questo e riesce ad adattarsi alle esigenze di molteplici settori verticali, dall’hospitality al retail, andando incontro alle necessità e agli obiettivi dei clienti grazie alla flessibilità che assicuriamo anche in fase di configurazione. Infine, con Cloudya le imprese colgono l’occasione per rivedere i processi anche dal punto di vista finanziario grazie a un modello Opex che consente loro di impostare in modo strategico e nuovo l’economia aziendale rispetto al passato. Il nostro invito in tal senso è quello di pensare a livello alto, con governance e organicità, al passaggio della telefonia in cloud: non un mero esercizio accademico-tecnologico, ma un cambio di paradigma importante che impatta sull’intera organizzazione rappresentando un enorme acceleratore di business.

Una soluzione, Cloudya, che recentemente si è arricchita con CRM Connect. Quali benefici offre alle imprese questa nuova integrazione?

CRM Connect consente alle organizzazioni alla ricerca di una gestione semplificata dei dati e di un supporto alla collaborazione continua di integrare facilmente la nostra applicazione desktop di telefonia in cloud con oltre 60 differenti piattaforme CRM. CRM Connect, in particolare, permette alle aziende di realizzare chiamate direttamente da Cloudya rendendole immediatamente riconoscibili agli utenti; al tempo stesso, dà la possibilità di realizzare click to call direttamente dai CRM per avviare comunicazioni in modo semplice e rapido. Un investimento importante per NFON e in linea con la nostra strategia: nel momento in cui una soluzione come Cloudya è perfettamente integrata con il CRM aziendale vuol dire che la comunicazione entra davvero nel cuore del business d’impresa abilitando al tempo stesso una relazione più efficace con i clienti.

Monica Caparco, Office Manager di NFON Italia

Parlando di telefonia in cloud e gestione ottimale delle relazioni con i clienti, i contact center aziendali ricoprono sicuramente un ruolo centrale in questo ambito. Come valuta lo stato del mercato contact center in Italia?

Il mercato contact center nel nostro Paese vede la presenza di importanti installazioni storiche che oggi devono andare incontro a nuove sfide. Tra queste, l’integrazione con i social, il fatto di disporre di sistemi di recording compatibili a norma di legge con le regolamentazioni locali ed europee, oltre che di soluzioni evolute in termini di multicanalità e trouble ticket. NFON è in grado di aiutare le imprese a vincere queste sfide in modo completo sfruttando pienamente le opportunità del cloud, in tutti gli ambiti.

In che modo?

La recente partnership siglata con Daktela, un punto di riferimento per le soluzioni contact center as a service (CCaaS), ci permetterà di espandere la presenza sul mercato europeo del contact center consentendoci di ampliare in modo significativo il nostro portfolio e di consolidare ulteriormente questa area di business. La sinergia con Daktela, infatti, oggi consente a NFON di proporre una soluzione contact center omnicanale completa, Contact Center Hub: un’offerta all’avanguardia, che a breve lanceremo anche in Italia aprendo ulteriori scenari innovativi utili alle aziende per offrire servizi di contact center migliori e al passo coi tempi ai clienti.

Simone Fanfani, Inside Sales di NFON Italia

Una novità di rilievo, così come di rilievo è anche il recente lancio di Cloudya Meet & Share, funzionalità che include quei servizi di videoconferenza divenuti ormai essenziali per le imprese. Come si caratterizza la vostra proposta in questo ambito?

In linea con l’obiettivo di integrare la comunicazione nei processi di business dei clienti, Cloudya Meet & Share rappresenta una significativa espansione della nostra offerta. La soluzione dà la possibilità alle aziende di avviare semplicemente videochiamate, programmare comodamente le riunioni, condurle in modalità video e organizzare appuntamenti in modo efficiente. Un’offerta innovativa, che NFON propone alle aziende difendendo e proteggendo sempre gli investimenti pregressi dei clienti. Cloudya può integrarsi infatti con altri strumenti di video collaboration, come Microsoft Teams, per una proposta anche in questo caso attenta alla flessibilità e alle esigenze specifiche di ogni impresa.

Che ruolo ricoprono i partner nell’indirizzare al meglio la vostra offerta in Italia e in che modo supportate il vostro ecosistema nel nostro Paese?

Il canale per NFON ricopre un ruolo centrale. La nostra società in Italia opera con un modello di go-to-market totalmente indiretto e gli investimenti nei confronti del nostro ecosistema vanno nella direzione di garantire sempre la massima flessibilità ai partner. In linea con questo obiettivo, dal semplice riconoscimento di commissioni alla possibilità in modalità wholesale e white label di veicolare l’intera nostra offerta, NFON consente ai partner di sottoscrivere differenti tipologie di contratti a seconda delle specifiche necessità e caratteristiche. Questo spettro variegato di accordi rappresenta un valore aggiunto per il canale e ci mette nelle condizioni di disporre di un’ampia tipologia di partner in grado di indirizzare le esigenze dei clienti specializzandosi e verticalizzandosi in base al settore e al segmento di mercato: small, medium business o enterprise. Il tutto, grazie anche ai nostri servizi di supporto che consentono loro di acquisire competenze specifiche e di operare al meglio veicolando in modo ottimale il valore della nostra offerta. Parliamo di un ecosistema di sinergie in costante crescita, tramite il quale copriamo in maniera capillare il territorio anche a livello regionale garantendo così continua vicinanza ai clienti.

Un canale in espansione così come in espansione è anche il team di NFON in Italia.

Esattamente. Insieme al numero di partner, i risultati ottenuti in questi anni hanno consentito a NFON di crescere anche in termini di risorse interne con nuove assunzioni in particolar modo nell’area sales e di post vendita. Un investimento sulle persone importante, che non si ferma e che è utile per soddisfare al meglio le esigenze specifiche del mercato italiano. NFON è un fornitore globale, quotato in Borsa a Francoforte e con sede a Monaco di Baviera, ma capace di garantire un’anima locale nel nostro Paese grazie a una squadra professionale e competente, in grado di offrire assistenza e supporto in modo puntuale a clienti e partner in lingua italiana. Non solo. Forte di una solida presenza europea, NFON offre un ulteriore valore aggiunto a tutte quelle aziende che intendono espandere il proprio business all’estero e che riusciamo a seguire con le nostre soluzioni e i nostri servizi garantendo anche in questo caso una flessibilità enorme abilitata dal cloud.

Guardando al 2022, e in generale al prossimo futuro, quali sono gli obiettivi di NFON in Italia?

La crescita del nostro team e dell’ecosistema di partner sono le due direttrici principali su cui ci muoveremo anche in futuro al fine di assicurare una presenza costante e un supporto continuo a livello locale al mercato italiano. Un mercato in cui NFON cresce e vuole continuare a crescere, con un obiettivo chiave, che ci tengo a sottolineare nuovamente: essere il player di riferimento nell’ambito dei sistemi di comunicazione e di contact center in cloud, integrando la nostra offerta nei processi di business dei clienti per guidare le aziende in Italia in quel processo di digitalizzazione divenuto ormai essenziale per qualsiasi tipologia di impresa. Un obiettivo che condivido pienamente e che mi ha spinto ad accettare questa nuova sfida professionale con grande entusiasmo e motivazione.

Software, business intelligence, telecomunicazioni: un’esperienza a 360 gradi

Laureato in ingegneria elettronica, Paolo Fortuna arriva in NFON da Alcatel-Lucent Enterprise, società in cui era responsabile della divisione Key and Vertical Account in Italia e Iberia. Nel corso della sua carriera ha ricoperto ruoli manageriali sia nazionali che internazionali nell’ambito delle vendite in diversi settori, in particolare nel mondo finanziario e della Pubblica Amministrazione. Prima di entrare in Alcatel-Lucent Enterprise, ha maturato una solida esperienza in aziende del calibro di Microsoft, Cisco, Unisys e SAS Institute. Fortuna succede a Marco Pasculli che ha mantenuto il ruolo internazionale di Vice President Revenue Operations di NFON. “L’Italia gioca un ruolo chiave nel processo di trasformazione digitale dell’Europa e rappresenta un importante Paese di opportunità per NFON – ha sottolineato il CEO Klaus von Rottkay. Le capacità di Paolo Fortuna di comprensione delle esigenze del cliente e di gestione delle risorse, combinate con la sua vasta esperienza in ambiti quali il mondo del software applicativo, la business intelligence e le telecomunicazioni, saranno fondamentali per guidare la filiale italiana verso una continua e rapida crescita e un’ulteriore espansione della rete di partner nel mercato della comunicazione aziendale”.


Vincenzo Virgilio

Giornalista pubblicista, laureato in Scienze Politiche, dal 2005 ha scritto per diverse testate e ha svolto attività di ufficio stampa e comunicazione nella pubblica amministrazio...

Office Automation è il periodico di comunicazione, edito da Soiel International in versione cartacea e on-line, dedicato ai temi dell’ICT e delle soluzioni per il digitale.


Soiel International, edita le riviste

Officelayout 190

Officelayout

Progettare arredare gestire lo spazio ufficio
Luglio-Settembre
N. 190

Abbonati
Innovazione.PA n. 46

innovazione.PA

La Pubblica Amministrazione digitale
Luglio-Agosto
N. 46

Abbonati
Executive.IT settembre-ottobre 2022

Executive.IT

Da Gartner strategie per il management d'impresa
Settembre-Ottobre
N. 6

Abbonati