Cohesity si consolida nella data protection con Veritas

Entro la fine dell’estate il vendor concluderà l’acquisizione delle attività di data protection di Veritas, portandosi così a presidiare una quota tra il 14 e il 15% del settore.

Accreditarsi come nuovo leader nel settore della protezione e della gestione dei dati. A questo punta l’acquisizione delle attività di data protection di Veritas da parte di Cohesity: operazione annunciata a inizio febbraio e in chiusura entro la fine dell’estate. In base ai piani annunciati, la società risultante dalla fusione continuerà a investire e a implementare roadmap e strategie di tutti i prodotti e servizi Cohesity, oltre che per la gamma NetBackup Veritas, le appliance NetBackup e le soluzioni Alta Data Protection, lavorando contemporaneamente a una soluzione integrata che combini la migliore tecnologia dei due vendor.

Olivier Savornin, group vice president Emea di Cohesity

Quello della data protection è un mercato vivace, che nel 2023 aveva un valore stimato di oltre 30 miliardi di dollari a livello mondiale con una proiezione 2026 a più di 40 miliardi. “Si tratta di un mercato molto frammentato, con almeno 12 fornitori: una situazione che comporta un evidente rischio di sostenibilità per i vendor e una grande complessità di gestione per le aziende”, afferma Olivier Savornin, group vice president Emea di Cohesity, stimando che l’integrazione tra la piattaforma AI Ready di Cohesity e l’architettura cloud-native di Veritas permetterà alla ‘nuova’ realtà di presidiare una quota di mercato tra il 14 e il 15%, aiutando a rafforzare la resilienza informatica dei clienti: complessivamente, più di 10.000 in tutto il mondo con una solida presenza nel 96% delle aziende Fortune 100 e nell’80% delle Global 500.

Tanti i vantaggi a loro assicurati. Primo fra tutti, la protezione avanzata dei dati attraverso architetture moderne e scalabili; beneficio a cui vanno ad aggiungersi una rafforzata capacità di investimento in R&D, la scala globale dell’azienda, funzionalità AI di ultima generazione e un ecosistema di partner ancora più esteso.

Sul fronte tecnologico, tra le ultime novità annunciate da Cohesity va evidenziata Gaia, un assistente conversazionale potenziato dall’intelligenza artificiale e sviluppato per produrre insight completi e precisi sui dati. Basata sulla tecnologia RAG (Retrieval Augmented Generation), Gaia è una Narrow AI alimentata da base dati specifiche: i dati delle aziende stesse ed è in grado di fornire risposte ai quesiti di business con elevata ricchezza di informazioni. Il tutto in tempi estremamente rapidi.

“La piattaforma lavora su dati di backup gestiti da Cohesity ed è in grado di operare in più ambienti: dal cloud distribuito al multi-cloud fino all’on-premise. Garantendo sempre sicurezza, protezione e rispetto delle regole di compliance e responsabilità” spiega Manlio De Benedetto, senior director systems engineering di Cohesity (nella foto), che sottolinea come Gaia rappresenti l’interpretazione di Cohesity del concetto Talk to your data, approccio che abilita una conversazione continua e in linguaggio naturale con i dati, migliorando significativamente l’utilizzo delle informazioni a supporto delle decisioni delle aziende.


Claudia Rossi

Giornalista professionista, dal 1993 scrive di tecnologie ICT analizzando l’impatto dell’innovazione sul business di tutti gli attori in gioco: dai vendor tecnologici agli utenti, passando per gli operatori di cana...

Office Automation è il periodico di comunicazione, edito da Soiel International in versione cartacea e on-line, dedicato ai temi dell’ICT e delle soluzioni per il digitale.


Soiel International, edita le riviste

Officelayout 197

Officelayout

Progettare arredare gestire lo spazio ufficio
Aprile-Giugno
N. 197

Abbonati
Innovazione.PA n. 55

innovazione.PA

La Pubblica Amministrazione digitale
Maggio-Giugno
N. 55

Abbonati
Executive.IT n.2 2024

Executive.IT

Da Gartner strategie per il management d'impresa
Marzo-Aprile
N. 2

Abbonati