Salute e sicurezza sul posto di lavoro: la rivoluzione guidata dalla tecnologia

Pier Giuseppe Dal Farra, Industry 4.0 Business Expert di Orange Business Services, analizza le sfide per le aziende e gli scenari aperti dall’utilizzo di nuove soluzioni tecnologiche.

La tecnologia gioca un ruolo importante nel permettere alle aziende di garantire più facilmente la sicurezza dei propri dipendenti sul posto di lavoro e rispettare le normative in materia di salute e sicurezza indipendentemente dal luogo in cui si trovano, dalle miniere ai cantieri edili. Pier Giuseppe Dal Farra, Industry 4.0 Business Expert di Orange Business Services, esamina come la tecnologia stia cambiando già oggi il volto della salute e della sicurezza e cosa porterà il futuro.

Pier Giuseppe Dal Farra, Industry 4.0 Business Expert di Orange Business Services

Quali sono le principali sfide per i responsabili aziendali in materia di salute e sicurezza?

Nonostante una legislazione sempre più attenta e prescrittiva, gli incidenti sul posto di lavoro rappresentano ancora oggi un problema significativo: l’Organizzazione internazionale del lavoro (ILO) ne stima circa 340 milioni a livello globale ogni anno. La tecnologia, insieme a iniziative più tradizionali come la formazione sulla sicurezza, può attivamente ridurre infortuni e decessi. Indipendentemente dal settore, è fondamentale notare che i datori di lavoro sono responsabili della sicurezza fisica dei dipendenti e di chiunque visiti il luogo di lavoro. Recentemente le aziende hanno dovuto adottare nuove precauzioni e procedure per far fronte alla pandemia, compreso il modo in cui riportare le persone in ufficio in sicurezza. Qualsiasi incidente o evento sarà molto più costoso da correggere che da prevenire, ed è per questo che investire nella salute e nella sicurezza della forza lavoro è diventato un punto focale nell’agenda di ogni consiglio di amministrazione.

Cosa rischia un’azienda che non dispone di buone procedure di salute e sicurezza?

Procedure di sicurezza inefficaci e incidenti sul lavoro possono risultare enormemente dannosi per un’azienda perché impattano su reputazione, redditività, fedeltà dei clienti e capacità di attrarre e trattenere i dipendenti.
Gli incidenti possono fermare la produzione. Ridurre i tempi di inattività causati dagli incidenti significa meno disagi per l’azienda e, in definitiva, una superiore protezione dei profitti. Inoltre, per attrarre investitori e partner, può essere necessario dimostrare un impegno verso la sostenibilità e la responsabilità aziendale, aspetto che comprende anche il modo in cui un’organizzazione si prende cura dei propri dipendenti.
Salute e sicurezza non si fermano però all’interno dell’azienda. Sempre più spesso i clienti cercano di acquistare prodotti e servizi in modo etico, e potrebbe essere saggio esaminare anche le pratiche di lavoro di coloro che fanno parte della propria catena di approvvigionamento per vedere come proteggono la loro forza lavoro.

Come possono i dati aiutare a migliorare la salute e la sicurezza sul posto di lavoro?

I dati sono fondamentali per monitorare persone, macchine e ambienti da proteggere. Quasi tutte le aziende oggi raccolgono dati sulla salute e la sicurezza, registrando incidenti, frequenza e tipologia di infortuni. Questi dati – che hanno un valore inestimabile quando vengono integrati per fornire insight e analisi – vengono spesso archiviati in silos su sistemi diversi, come quelli utilizzati dalle risorse umane, dai responsabili di salute e sicurezza o da quelli di un determinato sito lavorativo. Analizzati correttamente, i dati possono fornire importanti indicazioni su dove è necessario intervenire, per esempio con l’introduzione del geofencing nelle aree pericolose.
In tema di salute e sicurezza, l’errore umano rappresenta un problema importante, ma può anche derivare da un difetto o dalla rottura di una macchina. IoT e analisi dei dati possono consentire alle organizzazioni di utilizzare un monitoraggio basato sulle condizioni per la manutenzione predittiva, permettendo loro di verificare proattivamente i macchinari pesanti prima che si guastino e rappresentino un rischio significativo per gli operatori.
Orange Business Services e De Beers Marine South Africa, divisione di De Beers, azienda leader mondiale nel settore dei diamanti, hanno collaborato per installare una soluzione di geofencing IoT personalizzata volta a mantenere distanze di lavoro sicure per gli equipaggi coinvolti nelle operazioni di estrazione di diamanti in mare.
Questi dati possono essere successivamente integrati nelle strategie di salute e sicurezza, rendendole più solide ed efficaci in futuro.

Come identificare le migliori tecnologie a supporto delle iniziative di salute e sicurezza?

Il livello di precisione del monitoraggio richiesto detta il tipo di tecnologie che le imprese devono considerare per migliorare la loro posizione in materia di salute e sicurezza.
Il geofencing può essere usato per creare un confine virtuale intorno a un’area pericolosa usando GPS e altri segnali di dati, compresi cellulari, Wi-Fi e RFID. Segnala quando un dispositivo mobile entra o esce dalla zona, e può essere usato ad esempio per tenere i minatori lontani da una zona pericolosa che è stata appena fatta brillare. Inoltre, un’applicazione di geofencing può essere programmata per far scattare un allarme su un dispositivo mobile se un lavoratore o un veicolo si avvicina troppo al bordo di una zona pericolosa. Guardando avanti, potrebbe essere accoppiato alla telematica per tracciare la posizione delle risorse e impedire loro di lasciare un’area predefinita.
Un ulteriore utilizzo delle tecnologie di rilevamento riguarda la possibilità di collegare gli strumenti adatti alle parti corrispondenti su una linea di produzione automotive al fine di evitare l’errore umano, con conseguenti problemi di sicurezza.
La precisione dipende dalla rete. Una rete mesh Bluetooth può fornire una precisione di circa 5 metri. Se si utilizza una topologia a stella però, ogni sensore è collegato a un gateway e la precisione può essere portata a 2 o 3 metri.
La precisione basata su tecnologia UWB – impiegata in aree altamente specializzate come l’interno dei motori a reazione a garanzia di operazioni particolarmente delicate – è in grado di assicurare una precisione di pochi centimetri, ma è costosa da implementare perché richiede il collegamento di numerosi gateway.
Sono molte le tecnologie disponibili sul mercato. Quella giusta può aiutare un’azienda a identificare i problemi, risolverli e avere una traccia digitale dei passi compiuti per farlo ai fini della conformità e le ispezioni di salute e sicurezza.

Come può la visione artificiale aiutare la salute e la sicurezza?

La visione artificiale è una componente dell’intelligenza artificiale (AI) che si avvale di sistemi digitali per elaborare, analizzare e interpretare i dati visivi.
La computer vision va molto più in là del geofencing, non solo identificando dove si trova una persona, ma cosa sta facendo, se è in piedi o sdraiata. Il sistema può rilevare anomalie, come ad esempio se un gas pericoloso ha sopraffatto un gruppo di minatori. La computer vision può anche essere addestrata per rilevare e notificare qualsiasi violazione delle procedure di sicurezza relative a sostanze chimiche pericolose.
Tuttavia, l’addestramento dei modelli di computer vision richiede tempo. Alla fine, il sistema può distinguere tra eventi sicuri e non, come un lavoratore che cammina troppo vicino a un camion o si toglie il giubbotto di sicurezza.

In che modo gli occhiali intelligenti stanno migliorando la salute e la sicurezza dei lavoratori in prima linea?

Gli occhiali a realtà aumentata si stanno diffondendo rapidamente, in particolare per la manutenzione. In alcuni scenari produttivi e minerari, le attrezzature possono avere 20-30 anni, mentre gli addetti alla manutenzione sono spesso giovani con poca o nessuna esperienza sui macchinari. Questo rappresenta un problema significativo nei luoghi remoti dove si vuole ridurre al minimo il tempo di inattività, garantendo al contempo che i macchinari siano sicuri.
Gli occhiali a realtà aumentata (AR) possono permettere a un esperto di guidare da remoto un tecnico lungo un processo di manutenzione. Questi occhiali sono stati utilizzati per lavorare negli ambienti più difficili con poca luce e un ridotto bit rate. Tutti i comandi vocali lasciano le mani libere, permettendo al tecnico di concentrarsi sul lavoro da fare. Se la banda è sufficiente, è possibile usare video oltre alla voce. Le istruzioni passo dopo passo e la documentazione di supporto assicurano che ogni passaggio di controllo sia completato in modo accurato.
Gli occhiali permettono anche agli ispettori di contattare i loro supervisori per informazioni sui controlli di sicurezza. A mano a mano che cresce l’adozione di occhiali AR a supporto di salute e sicurezza, gli sviluppatori realizzeranno nuove soluzioni personalizzabili per diversi settori.

Quale supporto può garantire il software in tema di reportistica?

Salute e sicurezza sono sempre più importanti anche nella reportistica aziendale, perché i regolamenti stanno diventando molto più severi. Spesso, i documenti si perdono o non vengono completati, e i fogli di calcolo non sono aggiornati. Un software per la salute e la sicurezza permette alle aziende di gestire la conformità, le valutazioni dei rischi, la segnalazione degli incidenti, la formazione e anche i controlli di manutenzione in modo rapido ed efficiente. Nella ricerca della giusta soluzione software, un’azienda deve definire i suoi requisiti e avere completa tracciabilità e visibilità sugli audit in tutta l’organizzazione. Questo è fondamentale per le multinazionali che hanno impianti di produzione in tutto il mondo e hanno bisogno in ogni momento di una visione realmente a 360 gradi dei rischi.

Perché si consiglia alle aziende di collaborare con un esperto di tecnologia per il software e le piattaforme di salute e sicurezza?

La grande sfida per le aziende è che possono avere competenze legali, ma non sono tipicamente esperti di tecnologia. Possono sapere come eseguire una prova di concetto (PoC), ma non hanno l’esperienza per estenderla in tutto il mondo. Una consulenza iniziale può aiutare le aziende a disegnare un quadro di un sistema di salute e sicurezza completamente integrato e conveniente che coinvolga l’intera forza lavoro.

Cosa porterà il futuro alla tecnologia in materia di salute e sicurezza?

Internet, IoT, AI, simulazioni di realtà virtuale e realtà aumentata stanno già lasciando il segno sulla salute e la sicurezza. Queste tecnologie vedranno senza dubbio una forte innovazione nell’area dei wearable, dei sensori di monitoraggio, delle app per la gestione dei rischi e degli incidenti, dell’analisi predittiva per la sicurezza e della robotica per svolgere compiti pericolosi. Tutto ciò renderà il posto di lavoro più sicuro nella speranza di ridurre drasticamente gli incidenti.


A cura della redazione

Office Automation è da 38 anni il mensile di riferimento e canale di comunicazione specializzato nell'ICT e nelle soluzioni per il digitale, promotore di convegni e seminari che si rivolge a CIO e IT Manager e ai protagonisti della catena del val...

Office Automation è il periodico di comunicazione, edito da Soiel International in versione cartacea e on-line, dedicato ai temi dell’ICT e delle soluzioni per il digitale.


Soiel International, edita le riviste

Officelayout 188

Officelayout

Progettare arredare gestire lo spazio ufficio
Gennaio-Marzo
N. 188

Abbonati
Innovazione.PA n. 43

innovazione.PA

La Pubblica Amministrazione digitale
Gennaio-Febbraio
N. 43

Abbonati
Executive.IT gennaio-febbraio 2022

Executive.IT

Da Gartner strategie per il management d'impresa
Gennaio-Febbraio
N. 1

Abbonati