Netskope acquisisce WootCloud estendendo l’architettura Zero Trust all’IoT aziendale

Intelligenza basata sul contesto e derivata da machine learning aiuta i clienti a identificare, valutare e porre rimedio alle minacce sulle proprie reti provenienti dai dispositivi IoT, ottenendo una visibilità e un controllo completi.

Netskope ha annunciato l'acquisizione di WootCloud, un vero innovatore nell'applicazione dei principi Zero Trust all’IoT security. L’acquisizione porta in dote a Netskope la pluripremiata HyperContext Security Platform di WootCloud, che fornisce visibilità end-to-end, contesto e threat remediation per i dispositivi gestiti e non gestiti, ed estenderà le capacità SSE e Zero Trust di Netskope per proteggere i dispositivi IoT aziendali su vasta scala. Il volume già enorme di dispositivi connessi a Internet continua ad espandersi: entro il 2025, ci saranno 55,7 miliardi di dispositivi IoT connessi, che genereranno quasi 80 miliardi di zettabyte (ZB) di dati . La tecnologia WootCloud consentirà ai clienti Netskope di gestire policy incentrate sia sull'utente che sul dispositivo, con l'applicazione dei principi Zero Trust per governare l'accesso e le interazioni con i dati critici. Come osservato da Gartner, entro il 2026 il 50% delle organizzazioni darà priorità alle funzionalità avanzate di sicurezza dei dati per l'ispezione dei dati at rest e in motion come criterio di selezione per una architettura SSE, rispetto al 15% del 2021 .

Sanjay Beri, CEO e co-fondatore di Netskope

L’offerta

Fondata nel 2016 a San Jose, in California, WootCloud offre funzioni di rilevamento, classificazione e controllo dei dispositivi, per aiutare i clienti a ottenere un elevato livello di visibilità e contesto su tutti i dispositivi presenti nelle loro reti (sia gestiti che non gestiti) e a fornire una misura di valutazione del rischio e delle minacce per i dispositivi, che può essere utilizzata all'interno di una più ampia strategia di sicurezza IoT. La piattaforma cloud-based di WootCloud è in grado di acquisire miliardi di misurazioni al giorno sulle caratteristiche dei dispositivi: questa telemetria viene ulteriormente analizzata con modelli AI/ML proprietari per la classificazione dei dispositivi, la valutazione del rischio e il rilevamento delle minacce. 

Tra i principali casi d’uso di WootCloud vi sono: 

● Classificazione e visibilità dei dispositivi per rilevare dispositivi gestiti e non gestiti, classificare e fornire informazioni contestuali, e dettagli che consentano di costruire un inventario degli asset;
● Rischio dei dispositivi, accertato dinamicamente dal monitoraggio continuo in tempo reale per rilevare comportamenti malevoli e condividere gli attributi dei dispositivi con gli strumenti di operazione della sicurezza per le azioni di rimedio;
● Controllo e segmentazione degli accessi per offrire un raggruppamento dinamico degli asset, automatizzare la segmentazione della rete e facilitare diverse azioni utilizzando il Network Access Control (NAC), firewall, access point e altre tecnologie;
● Gestione degli asset di cybersecurity per garantire la conformità alle policy aziendali e ottenere informazioni sull'utilizzo delle licenze, contribuendo all'ottimizzazione dell'intero ambiente IT.

Zero Trust

"Per garantire la sicurezza di un ambiente di lavoro ibrido serve stabilire un approccio Zero Trust adattivo attraverso utenti, dispositivi, reti, applicazioni e dati, aumentando la confidenza nell’applicazione delle policy ovunque – ha dichiarato Sanjay Beri, CEO e co-fondatore di Netskope. L'innovativa tecnologia di WootCloud estenderà ulteriormente le capacità SSE e Zero Trust, dove Netskope è leader di settore, garantendo che i dati critici siano protetti dalla rete, al cloud, fino ai dispositivi IoT aziendali". Amit Srivastav, CEO di WootCloud, ha aggiunto:  "Netskope è un leader indiscusso dell’approccio Security Service Edge e Zero Trust e ha perfettamente senso combinare ed estendere le nostre capacità collettive per proteggere i dispositivi IoT aziendali su vasta scala. Siamo molto orgogliosi di ciò che abbiamo raggiunto con WootCloud e siamo entusiasti di unirci a Netskope in questa nuova fase del nostro percorso di crescita". I principi di Zero Trust sono fondamentali per la realizzazione di una piattaforma Secure Access Service Edge (SASE), che fa convergere in un'unica architettura tecnologica i requisiti critici di sicurezza, networking e valore del business. Gartner afferma che, entro il 2025, almeno il 60% delle aziende avrà predisposto chiare strategie e tempistiche per l'adozione di un approccio SASE, che comprenda utenti, uffici remoti e l’edge di accesso, rispetto al 10% del 2020 . Un’applicazione corretta del paradigma SSE, che rappresenta lo stack di sicurezza necessario per abilitare l'architettura SASE, include di base lo Zero Trust e trasforma ciò che le aziende possono ottenere per una sicurezza su vasta scala. I termini finanziari dell'acquisizione non sono stati resi noti. Il CEO di WootCloud, Amit Srivastav, è entrato a far parte di Netskope in qualità di Executive Advisor del CEO, mentre l'intero team di engineering di WootCloud, guidato dall’ex CEO e fondatore Srinivas Akella, si è unito all'organizzazione di engineering di Netskope.


A cura della redazione

Office Automation è da 38 anni il mensile di riferimento e canale di comunicazione specializzato nell'ICT e nelle soluzioni per il digitale, promotore di convegni e seminari che si rivolge a CIO e IT Manager e ai protagonisti della catena del val...

Office Automation è il periodico di comunicazione, edito da Soiel International in versione cartacea e on-line, dedicato ai temi dell’ICT e delle soluzioni per il digitale.


Soiel International, edita le riviste

Officelayout 189

Officelayout

Progettare arredare gestire lo spazio ufficio
Aprile-Giugno
N. 189

Abbonati
Innovazione.PA n. 44

innovazione.PA

La Pubblica Amministrazione digitale
Marzo-Aprile
N. 44

Abbonati
Executive.IT marzo-aprile 2022

Executive.IT

Da Gartner strategie per il management d'impresa
Marzo-Aprile
N. 3

Abbonati